quali alternative al Centro congressi? da 7giorni, n. 13/2010

20.06.2010 00:00

Fra le tante incertezze a cui gli abitanti di Santa Giulia sembrano ormai costretti ad abituarsi, ce n’è una in particolare che, per dimensione, merita un posto d’onore nel farraginoso mondo dei desideri: cosa realizzeranno i soggetti interessati al posto del Centro Congressi più grande d’Europa? Le voci si rincorrono, eliminando ipotesi (cittadella della giustizia) e rilanciandone altre (il nuovo stadio). Il Comitato di Quartiere ha così raccolto nelle scorse settimane i sogni dei cittadini, con lo scopo di stilare un elenco di proposte da girare all'amministrazione comunale. Proposte tutte allettanti, tra cui sport e cultura occupano i primi posti.

In molti richiedono un Palazzetto Multifunzionale, una struttura tecno/ecologica sul modello del Palavela, con piscina olimpionica e aree multiattività. Più specifica è la richiesta di affiancare il vecchio Palalido con un analogo Palazzo dello Sport, come quello Olimpico di Torino (una struttura da 18.000 posti per i cosiddetti sport “minori” firmato dalla archistar Isozaki).

Sul versante cultura, si propone un Museo, sull’esempio di Bilbao, dove una struttura di eccellenza è diventata il simbolo della rinascita di una intera città. Un museo che secondo alcuni sarebbe giusto dedicare al Futurismo, dal momento che a quel movimento si ispira la toponomastica del quartiere.

C’è ancora spazio per far pervenire idee e suggerimenti, dopodiché il Comitato provvederà ad inoltrare il tutto all’Amministrazione, prima che questa possa rendere definitiva una decisione in merito. Tempistica quest’ultima da garantire ai creativi cittadini scelte accuratamente ponderate.

© 2010 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito web gratisWebnode